Accept Cookies?
Provided by OpenGlobal E-commerce
Close Panel

Login

5 Stelle Giulianova, Trasparenza, partecipazione, condivisione.

Riccardo Mercante - Elezioni Regionali

Stampa Email
07 Mag 14

Ciao, mi chiamo Riccardo Mercante e sono nato a Giulianova, dove risiedo, l’08 Luglio 1970. Convivo con Marina e ho due figli splendidi. Mi sono diplomato in ragioneria programmatori e un mese dopo sono partito per svolgere il servizio militare nei “Lancieri di Montebello” a Roma.

Da 19 anni sono libero professionista, svolgo l’attività di Consulente Finanziario iscritto all’albo APF dal 1995 e da circa un anno e mezzo ho conseguito a Milano la certificazione europea EfPa di European Financial Advisor. Sono decine i corsi di specializzazione e gli attestati accumulati negli anni.

Sono iscritto al blog di Beppe Grillo dal 2005, l’anno scorso ho contribuito alla raccolta e all’autentica delle firme per presentare le liste del M5S alle elezioni politiche. A Piazza San Giovanni a Roma il 22/02/13 ero tra gli 800.000 populisti presenti, ... emozione unica.

Ho una breve esperienza politica alle spalle che, per trasparenza nei confronti di chi non mi conosce, ritengo doveroso ripercorrere brevemente. Sono stato eletto per la prima volta in provincia di Teramo nel Giugno 2009 con Italia dei Valori.

Ho raccolto per le piazze, insieme a magnifici amici, centinaia di firme per promuovere i referendum sull’acqua pubblica e contro il nucleare. Lascio il partito ad Aprile 2012 quando era al massimo dei consensi, in tempi non sospetti e sei mesi prima dell’inchiesta di Report, denunciandone tutte le sue sopravvenute incoerenze nell’azione politica.

In seguito mi sono dichiarato indipendente e sono stato l’unico consigliere a rinunciare ai rimborsi dei gruppi consiliari. Mi sono dimesso da consigliere il 7/02/13.

Nel corso del mio mandato ho condotto numerose battaglie in difesa del nostro territorio e fatto un esposto trasversale alla corte dei conti (ancora pendente) sui doppi incarichi degli eletti D.L.78/2010.

Ho presentato mozioni e o.d.g. contro la petrolizzazione della nostra regione, contro gli inceneritori e le centrali a biomasse, in difesa dei confini della Riserva Naturale del Borsacchio proponendo una modifica dell’art. 69 della L.R. n. 6/2005 che l’ha istituita. Molto importante l'o.d.g. di Agosto 2010, approvato all'unanimità, per dire stop alla prospezione di idrocarburi nelle acque delle nostre coste. Mozione su rifiuti ZERO depositata nel 2011 con riferimento Vedelago, naturalmente bocciata. Non ultimo ho sollevato il caso dello scandalo sulla società in house Teramo Lavoro, il cui processo è tuttora in corso.

DICHIARAZIONE D’INTENTI

Ho accettato di candidarmi con il Movimento Cinque Stelle innanzitutto per ripagare la fiducia del mio gruppo e dei tanti attivisti nei miei confronti, che anche qui ringrazio, e perché sono convinto che il M5S rappresenti l’unica alternativa per risanare il paese.

Solo con l’attivismo del cittadino, solo mettendoci la faccia, solo con l’onestà, con l’intelligenza collettiva e libera riusciremo ad archiviare un sistema che ha prodotto il degrado socio-economico sotto i nostri occhi e a ritrovare il benessere nelle nostre vite quotidiane.

Naturalmente oltre ad aver aderito al codice etico-comportamentale del M5S, mi impegno a ribadire che, nell’eventualità dell’elezione, il mio sarebbe il secondo ed ultimo mandato. A fantomatici detrattori del passato e incensatori del futuro consiglio fin d’ora di volgere lo sguardo altrove: non sono né ricattabile, né corruttibile. L’Abruzzo oggi, a seguito dei continui scandali della classe politica, ricordiamoci di Sanitopoli, Sessopoli, Rimborsopoli, ecc.., è come un grande vascello che sta affondando.

Gli indagati tra aspiranti presidenti e consiglieri non si contano più e cosa ridicola si ripresentano con le loro facce dispensando soluzioni come fossero vergini. La nostra priorità sarà quindi di chiudere le falle attraverso una durissima lotta al ladrocinio di soldi pubblici, ai privilegi, alle corruttele e alla mala gestione.

Un secondo dopo, isseremo le vele e saremo pronti per seguire la nostra rotta: un Abruzzo verde ed eco-sostenibile, dove sarà possibile mangiare con la cultura. Una regione imperniata sulla tutela e la valorizzazione dell’ambiente, sulle energie rinnovabili, sulla ripresa occupazionale nel settore della green economy e del turismo, sulla gestione virtuosa rifiuti zero, su filiere agricole di qualità a km 0 che portino sulle nostre tavole Montepulciano DOC e olio di oliva di colore VERDE, non nero petrolio.

Una regione dove per fare una Tac non si debba aspettare un anno e mezzo in lista d’attesa. Perché tutto ciò possa accadere, però, sarà necessario il contributo di un componente fondamentale, che gonfi le nostre vele bianche e faccia planare la nostra rivoluzione democratica. Parlo del Vento, parlo di voi che state leggendo e della vostra partecipazione senza la quale nessun nuovo viaggio è possibile.

Dateci fiducia e ne vedremo delle belle!

Riccardo Mercante
Movimento Cinque Stelle