Accept Cookies?
Provided by OpenGlobal E-commerce
Close Panel

Login

5 Stelle Giulianova, Trasparenza, partecipazione, condivisione.

Programma MoVimento 5 Stelle Giulianova

Bilancio e Società Partecipate

Il bilancio comunale è il documento in cui si sintetizzano tutte le informazioni riguardanti non solo i risultati economico/finanziari conseguiti, ma anche i risultati ottenuti in termini di impatto sociale dell’attività di governo esercitata.

Conoscere questo documento è un passo essenziale da compiere se i cittadini vogliono dare il proprio contributo alla efficace e efficiente gestione dell’Ente.

Il M5S ha intenzione di porre in essere tutti gli interventi necessari a far si che il bilancio diventi un documento aperto a tutti, la cui compilazione diventi l’occasione per favorire l’uso oculato ed efficiente del denaro pubblico. Per questo motivo le nostre proposte sono:

Il Bilancio partecipativo: Intento del M5S è quello di avviare un processo di progressivo coinvolgimento della cittadinanza nelle decisioni che riguardano l’assetto del bilancio comunale in termini di entrate/uscite e di investimento/indebitamento. Lo strumento del bilancio partecipativo permette a ciascuno di esprimere il proprio parere circa l’autorizzazione di una spesa o di un investimento e le decisioni di indebitamento.

Sarà premura della giunta comunale favorire la partecipazione nella fase preventiva annuale e pluriennale del bilancio, cioè nella fase in cui le risorse del bilancio vengono allocate, piuttosto che in quella consuntiva, fase in cui non si può che prender atto di fatti già avvenuti. Verranno predisposti tutti gli strumenti ritenuti più idonei alla realizzazione della partecipazione del cittadino tra i quali rivestiranno ruolo fondamentale il portale web comunale ed riunioni pubbliche appositamente organizzate. Con il bilancio partecipativo si raggiungeranno due obiettivi fondamentali: coinvolgere e responsabilizzare al tempo stesso il cittadino, che sarà progressivamente reso artefice delle sorti economiche e patrimoniali del proprio comune.

Il Bilancio trasparente: Il M5S favorirà la possibilità di esercitare il controllo pubblico di ogni atto e decisione inerente i conti del comune di Giulianova. I documenti fondamentali, ed alcuni tra quelli ritenuti di importanza più sensibile per la cittadinanza verranno resi disponibili e consultabili on-line, verrà inoltre data la possibilità a chi ne avesse necessità di consultare la documentazione del bilancio direttamente presso gli uffici contabili del comune. Verranno organizzati incontri pubblici periodici (ad esempio semestrali) durante i quali gli organi comunali preposti alla redazione del bilancio esporranno i risultati conseguiti nel periodo considerato, confrontandoli con quelli preventivati, in modo da informare la cittadinanza in modo puntuale dell’efficienza e dell’efficacia dell’azione di governo portata avanti dalla giunta.

Società partecipate: Circa le società partecipate al cento per cento dal comune, l’attenzione del M5S si focalizzerà essenzialmente sulla Giulianova Patrimonio. Al momento detta società amministra fondamentalmente la farmacia comunale, diversi immobili di proprietà comunale come il Kursaal e il servizio di manutenzione e custodia del verde pubblico. Francamente dette attività non sembrano giustificare l’esistenza di una società autonoma, dotata di autonomia giuridica e di organi amministrativi propri, in quanto le attività svolte potrebbero benissimo essere ricondotte nell’ambito delle competenze comunali. Sarà premura del M5S una volta in entrato in comune, di analizzare tutta la documentazione amministrativo/contabile relativa alla Giulianova Patrimonio verificando la concreta possibilità di trasferire tutte le attività operative e patrimoniali gestite dalla Giulianova Patrimonio in capo al Comune, avviandola alla liquidazione e successiva chiusura. Questo sarà un processo che potremmo avviare e concludere nell’arco di un paio di anni, permettendo notevoli economie di spesa legate all’eliminazione di un organismo ridondante, non efficiente e tutto sommato inutile. Inoltre proponiamo questi tagli di spesa per recuperare molte risorse da ridistribuire in servizi per la Comunità e riduzione delle imposte a carico dei cittadini:

  • Riduzione del numero dei dirigenti da quattro a tre al momento della scadenza del contratto di uno dei dirigenti: risparmio 77.000 euro circa;
  • Riduzione dei membri della Segreteria del Sindaco da 2 a 1: risparmio 30.000 euro circa;
  • Scioglimento della Giulianova Patrimonio. I benefici potrebbero essere calcolati in svariate decine di migliaia di euro. 18.000 euro solo per l'amministratore unico;
  • Riduzione dell’indennità di posizione dei dirigenti (l’indennità si aggiunge ad uno stipendio di circa 40.000 euro lordi annui) da 33.000 euro circa a 13.5000 euro circa, in conformità con il Contratto Collettivo Nazionale che disciplina la materia: risparmio (per tre dirigenti) di 60.000 euro circa;
  • Riduzione dell’indennità di posizione del Segretario Generale comunale in conformità con il Contratto Collettivo Nazionale. Risparmio 20.000 euro circa;
  • Razionalizzazione delle spese telefoniche, che ammontano a 184.000 euro circa l’anno, tramite l’adozione del sistema VOIP all’interno degli uffici comunali, con un risparmio stimato del 30% per le telefonate urbane extraurbane e cellulari, mentre le telefonate interne diventerebbero senza costo: risparmio, calcolato sul 30%: 55.000 euro circa; 
  • Riduzione della pubblicità istituzionale del 90% (dato 2012: 77.000 euro circa): risparmio 69.000 euro circa;
  • Riduzione delle spese postali, ammontanti a circa 50.000 euro annui. L’utilizzo della Posta Elettronica Certificata (PEC) da parte della pubblica amministrazione, in particolare per le comunicazioni con le aziende e i professionisti, porterebbe ad un risparmio della metà delle spese citate, a cui si aggiungerebbe quello di carta e toner: risparmio previsto circa 25.000 euro annui;
  • Dimezzamento delle spese di consulenze esterne, costate nel 2012, 260.000 euro circa. Risparmio previsto: 130.000 euro circa;
  • Internalizzazione servizi di riscossione e accertamento tributi (disdetta del servizio alla scadenza dei contratti con l’Andreani Tributi, I.C.A. tributi, So.get. S.p.a.) con reintegro dei dipendenti. Dimezzamento della spesa equivalente a 400.000 euro. Risparmio 200.000 euro, a decorrere dalla scadenza del contratto di esternalizzazione stipulato con le sopracitate società;
  • Efficientamento della rete di illuminazione pubblica con sostituzione delle lampade a scarica con lampade di tipo LED attraverso fondi europei e progetto Paride. Spesa annuale pari a 800.000 euro. Risparmio sottostimato pari al 45% equivalente a 360.000 euro. Gli effetti del risparmio decorreranno a partire dal momento in cui sarà effettuata la sostituzione dei punti luce;
  • Abolizione della commissione edilizia e commissioni varie;
  • Dimezzamento delle spese di abbonamento a giornali e riviste;
  • Taglio spese cellulari dei consiglieri comunali

Sono ben accetti i commenti, si prega di usare un linguaggio consono e soprattutto costruttivo.