Accept Cookies?
Provided by OpenGlobal E-commerce
Close Panel

Login

5 Stelle Giulianova, Trasparenza, partecipazione, condivisione.

Notizie

Dimissioni subito!

Sono passate più di tre settimane da quando il sindaco ha azzerato la giunta e al momento l’azione amministrativa è del tutto bloccata.
Mercoledì pomeriggio la maggioranza (o presunta tale) è riuscita però a fare di peggio: il consiglio comunale è andato deserto perché i consiglieri del PD non si sono presentati in aula. Al sindaco e ai consiglieri di MDP – Art. 1 non è rimasto che andar via mestamente dal municipio e far saltare la seduta.
Il solco tra sindaco e democratici è dunque sempre più ampio, ma a farne le spese sono i cittadini.
Mentre si decide quali assessorati siano da assegnare, o chi debba prendersi la poltrona dell’Ente porto, la città resta paralizzata. Il problema più grande è quello delle scuole, la cui riapertura slitta a data da destinarsi. Ma in queste settimane si sono avuti solo comunicati da parte delle forze di maggioranza e poche azioni concrete.

Chiediamo di staccare la spina: sarebbe stato più dignitoso per il sindaco dimettersi, perché la città non può essere ostaggio delle beghe politiche delle forze di maggioranza. Questa di Mastromauro verrà ricordata come la peggiore consiliatura della storia giuliese: resteranno alla futura memoria gli arresti, le scuole chiuse e la disastrosa situazione in cui versa la città. Ci vorranno anni per mettere a posto le cose.

Margherita Trifoni Movimento 5 Stelle - Giulianova

Vota questo articolo
(0 Voti)

In cerca di poltrone... In evidenza

18 Giu 2017 Scritto da Admin
Pubblicato in Notizie

La nostra città è salita alla ribalta delle cronache per gli arresti e i casi di corruzione in comune che si prefigurerebbero dalle indagini in corso. Gli uffici comunali lavorano attualmente a rilento, come lamentato da molti cittadini e molte attività commerciali. Gli eventi della stagione turistica al momento arrancano. Le scuole non si sa quando riapriranno. Il verde cittadino versa spesso nell'incuria. L'ospedale viene declassato e depotenziato.
Scopriamo però che i problemi della maggioranza sono ben altri: ossia le poltrone

Il Partito Democratico che dovrebbe staccare la spina alla giunta peggiore di tutti i tempi, decide di appoggiare ancora il sindaco, in cambio di due assessorati e di una poltrona all’Ente porto. Questi sì che sono problemi veri! Di queste cose si discute nelle riunioni di maggioranza, non del resto che interessa i cittadini.
Ancora una volta il Partito Democratico è disposto a supportare le scelte di Mastromauro, in cambio di cariche e incarichi, mentre i problemi della città e dei cittadini vengono relegati in secondo, se non terzo piano.

Il PD ha cercato di differenziarsi dalle scelte del sindaco, ma alla fine i comunicati delle scorse settimane e la fiducia a tempo, si rivelano solamente di facciata: di nuovo tutti coperti e allineati, pronti a galleggiare fino alle prossime elezioni.

Sempre se dura ….

Margherita Trifoni Movimento 5 Stelle - Giulianova.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Legalità e anticorruzione. In evidenza

14 Giu 2017 Scritto da Mauro Di Criscenzo
Pubblicato in Notizie

Dopo i diversi provvedimenti cautelari che hanno colpito la dirigente Maria Angela Mastropietro, l’ex assessore Nello Di Giacinto e l’ormai ex presidente della Giulianova Patrimonio Filippo Di Giambattista, ed altre 5 persone, si dice che a Giulianova siano ormai in molti a non dormire più sonni tranquilli.
Il Sindaco, sperando di arrivare al 2019, inizia a comprendere che qualcosa non quadra a palazzo e ha pensato bene di revocare la fiducia a tutti gli assessori. Gli ricordiamo che lui stesso ha delle deleghe e quindi dovrebbe togliere la fiducia anche a sé stesso.

In tale stato di sfiducia nei confronti dei suoi collaboratori, il Movimento 5 Stelle si chiede perché il sindaco ancora non abbia revocato l’incarico alla responsabile anticorruzione da lui stesso nominata, forse la prima a non aver vigilato su tutto quello che stava accadendo.
Ricordiamo che a palazzo di città non sono nuove le truffe ed episodi di corruzione. Come dimenticare lo scandalo della vendita loculi? Anche qui ovviamente la responsabile anticorruzione non aveva visto nulla, dopo che per anni era andata avanti la truffa.
Come è possibile che il Sindaco Mastromauro possa continuare a dare la fiducia alla segretaria comunale Marini? A nostro avviso è la prima da rimuovere per incapacità, e bisognerebbe affidare a persone più competenti la responsabilità dell’anticorruzione.

Chiediamo inoltre al Sindaco di sottoporre all’ Autorità Nazionale Anticorruzione, il comportamento della responsabile Anticorruzione e Trasparenza di Giulianova Daniela Marini, per valutare eventuali misure, affinché finalmente si tuteli la legalità in città.

Margherita Trifoni Movimento 5 Stelle - Giulianova

Vota questo articolo
(0 Voti)

La mancata mozione di sfiducia è una occasione persa.

Dopo l’azzeramento della giunta, la maggioranza composta da PD e MDP-Art-1 si ostina ad appoggiare la realizzazione del programma Giulianova 2020, nonostante molti degli appalti siano finiti nell’inchiesta della procura. Molte opere urbanistiche dovranno essere riviste, per capire se siano state oggetto di “cattiva gestione”. Nel frattempo si cambieranno le deleghe, le poltrone gireranno, ma la questione morale non verrà affrontata.
Purtroppo la proposta da noi avanzata di presentare una mozione di sfiducia contro il sindaco è caduta nel vuoto e non è stata sottoscritta da tutte le opposizioni. I consiglieri di maggioranza dal canto loro hanno dato la fiducia ad un bilancio presentato dal sindaco e sottoscritto dalla dirigente Mastropietro che è attualmente agli arresti, per cui la nostra mozione sarebbe stata respinta da costoro, continuando a far finta che i problemi non ci siano.

Ci chiediamo quali sarebbero state le giustificazioni che spingono i consiglieri di maggioranza a portare avanti un tale fallimento politico.  
Purtroppo non è stato possibile, perché se è vero che la mozione da noi preparata sarebbe stata sottoscritta dai consiglieri Antelli e Ciafardoni, Linea Retta e il Cittadino Governante hanno deciso di non intraprendere la strada da noi proposta.

È stata secondo noi un’occasione mancata, che avrebbe messo davanti alle proprie responsabilità chi continua a supportare la peggiore amministrazione che la storia cittadina ricordi.

Il Movimento 5 Stelle continuerà ad opporsi in maniera inflessibile a questa amministrazione, che riteniamo abbia oramai i giorni contati per gli sviluppi delle vicende giudiziarie.


Margherita Trifoni Movimento 5 Stelle - Giulianova

Vota questo articolo
(0 Voti)

Il Vaso di Pandora

27 Mag 2017 Scritto da Admin
Pubblicato in Notizie

In attesa di una mozione di sfiducia contro il sindaco, il Movimento 5 stelle chiede la rimozione del responsabile anticorruzione del Comune di Giulianova 
Dopo il terremoto giudiziario che sta colpendo il Comune di Giulianova e che ha portato a vari arresti, la posizione di Mastromauro è a dir poco imbarazzante. 
Gli arresti hanno riguardato il dirigente Maria Angela Mastropietro, l’ex assessore Nello Di Giacinto, ora consigliere dell’Ente porto, e il presidente della Giulianova Patrimonio, società in house del Comune di Giulianova, Filippo Di Giambattista.

Lo stesso Movimento 5 stelle aveva chiesto la sospensione per la dirigente dopo l’avviso di garanzia arrivato ad ottobre, mentre Mastromauro aveva pensato di risolvere tutto con un semplice trasferimento ad altra direzione della Mastropietro.
Solo ora che il vaso di pandora è scoperchiato, tutti cominciano a dissociarsi.
L’intervista in una radio locale dei consiglieri di maggioranza Di Teodoro e Ragni, mette in luce come tutti ora cerchino di prendere le distanze da quello che era l’apparato amministrativo del Comune, facendo comprendere la gravità sulla situazione e gettano ombra sull’operato degli amministratori e in modo particolare sul responsabile anticorruzione del Comune. 

Vota questo articolo
(0 Voti)

Mozione di sfiducia per Mastromauro In evidenza

24 Mag 2017 Scritto da Mauro Di Criscenzo
Pubblicato in Notizie

ARRESTI AL COMUNE DI GIULIANOVA, TRIFONI M5S: “MOZIONE DI SFIDUCIA CONTRO IL SINDACO MASTROMAURO CHE DOVRÀ ASSUMERSI LE RESPONSABILITÀ DELLE PROPRIE SCELTE”.

Giulianova, lì 24.05.2017 – “In questi giorni, con l’arresto di diverse figure apicali dell’Ente, è stata scritta una delle pagine più buie per il Comune di Giulianova che dimostra, senza timore di smentita, che questa Amministrazione non è stata in grado di portare avanti il proprio compito. Proprio per questo il Movimento 5 Stelle sta depositando una mozione di sfiducia contro il Sindaco Mastromauro che riteniamo, alla luce di quanto accaduto, non possa più svolgere il ruolo di primo cittadino”. Queste le parole del Consigliere comunale del M5S, Margherita Trifoni, che ha così proseguito: “Accuse pesantissime quelle formulate nell’ambito dell’inchiesta che ha coinvolto importanti vertici dell’Ente: dall’ex Dirigente ai lavori pubblici ora Dirigente al Bilancio, al Presidente della Giulianova Patrimonio per finire con l’ex Assessore ai lavori pubblici e membro del Cda dell’Ente Porto. Tutte figure strategiche scelte dal Sindaco Mastromauro che, evidentemente, le aveva considerate capaci e degne di fiducia e tutte indagate, a vario titolo, nell’ambito di una gestione degli appalti pubblici improntata a logiche personalistiche che con i principi che dovrebbero guidare una Pubblica amministrazione hanno ben poco a che fare.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Sindaco si dimetta!

30 Dic 2016 Scritto da Mauro Di Criscenzo
Pubblicato in Notizie

Margherita Trifoni: discorso di fine anno del sindaco vuoto. Tanti gli errori di Mastromauro
Il 2016 sta volgendo al termine e il Movimento 5 stelle Giulianova sente il dovere di rispondere al discorso inutile e inconsistente di fine anno del sindaco, un elenco delle poche cose fatte, a fronte di tante promesse tradite e risultati pessimi. 

Da come si è amministrato fino ad adesso, ci sentiamo di esprimerle un solo doveroso consiglio: sindaco si dimetta, come aveva promesso di fare per l'ospedale, che è il suo principale fallimento. 
La partecipazione alla vita politica della nostra città” ci ha portato a comprendere i motivi per cui Giulianova non è riuscita a migliorare la propria situazione politica, sociale, economica, nel corso dell'ultimo decennio. 
Molti cittadini, tra cui i suoi elettori, sono molto delusi ed arrabbiati perché vedono morire un gioiello. Lei e coloro che hanno condiviso i poteri gestionali e decisionali con lei, hanno trascurato Giulianova e trasformata in un deserto. 

Vota questo articolo
(0 Voti)

Anche a Giulianova la batosta referendaria si è fatta sentire: il No arriva al 62%, mentre il Sì nemmeno al 38%, con una percentuale addirittura più bassa di quella nazionale.

Un segnale per il PD locale e per quelli che si sono schierati per una riforma che è stata sonoramente bocciata, in tutte le sezioni della città, anche nelle roccaforti storiche.
Il PD locale è stato abbandonato dall’elettorato di sinistra che non ha seguito le indicazioni di partito… e i risultati si sono visti, riuscendo a far peggio di un pessimo risultato. 

L’unica domanda da porsi è la seguente: ma il sindaco (che non si capisce se sia iscritto ancora al PD) cosa avrà votato? Durante la campagna non si è pronunciato forse troppo preso dalle indagini in comune, sfuggendo anche al confronto con il nostro consigliere regionale Riccardo Mercante. Ritratto in foto alla sezione 4, eternamente indeciso tra bersaniani e renziani, tra No e Sì, probabilmente avrà votato “Forse”….. 

Movimento 5 Stelle Giulianova

Vota questo articolo
(0 Voti)

#IoDicoNO

18 Ago 2016 Scritto da Admin
Pubblicato in Notizie

DI BATTISTA PER IL NO AL REFERENDUM A GIULIANOVA

Margherita Trifoni, capogruppo in consiglio comunale del Movimento 5 stelle, invita tutta la cittadinanza giuliese a partecipare all'unica tappa abruzzese del Costituzione coast to coast.


A Giulianova il 19 Agosto Io Dico NO!!

Il tour del portavoce 5stelle è partito il 7 agosto da Roma e si concluderà il 7 settembre a Nettuno. L'evento itinerante ha come obiettivo il racconto delle ragioni del 'no' al referendum costituzionale. Numerose le regioni toccate, dalla Toscana alla Liguria, passando per Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Abruzzo, Puglia, Calabria, Basilicata e Campania.

"Non è vero che stanno abolendo il Senato - spiega Di Battista - l'unica cosa che vogliono abolire sono i cittadini che votano i senatori i quali verranno scelti tra i consiglieri regionali, i politici più coinvolti in inchieste giudiziarie. E a loro, magicamente, Renzi-Boschi-Verdini daranno l'immunità. Dobbiamo informarci sulle riforme costituzionali".

Margherita Trifoni -Movimento 5 stelle Giualinova

Vota questo articolo
(0 Voti)

Romolo Trifoni, un galantuomo.

Il Movimento 5 Stelle Giulianova esprime la propria vicinanza al consigliere Margherita Trifoni, dopo il vile attacco da parte di Mastromauro alla memoria del padre Romolo Trifoni, forse il sindaco più amato della storia della nostra città, scomparso pochi anni fa.
Lunedì sera il consiglio comunale è stato teatro di uno degli attacchi di livello più basso che si siano mai ricordati nel consesso civico, da parte di Mastromauro che conferma di essere il peggiore primo cittadino della storia della nostra città, a un galantuomo come Romolo Trifoni.
Per noi questa non è politica. Spesso abbiamo stigmatizzato la uscite scomposte del primo cittadino, ma questa volta si è passato ogni limite. Polemiche del genere non sono tollerabili e un sindaco non dovrebbe nemmeno lontanamente rendersi protagonista di simili episodi. 
Lo stesso consiglio ha visto l’astensione di una parte del PD sull'assestamento di bilancio e lo scioglimento della seduta per mancanza di numero legale. Mastromauro è al capolinea dal proprio mandato, probabilmente al capolinea della propria carriera politica. 
La luminosa figura di Romolo Trifoni verrà a lungo ricordata. La parentesi Mastromauro resterà nella memoria come un periodo buio per la nostra città. 

Movimento 5 Stelle - Giulianova

Vota questo articolo
(0 Voti)

Sindaco, giunta e maggioranza allo sbando!

22 Dic 2015 Scritto da Admin
Pubblicato in Notizie

L’assessore Verdecchia ha presentato le dimissioni appena qualche settimana dopo il rimpasto voluto da Mastromauro. Abbiamo già detto che questa amministrazione è la peggiore della storia, peggio del Cameli secondo, che lasciò nell’abbandono la città.
Come la giunta, anche la città è allo sbando, senza una guida politica certa e i conti totalmente in rosso e tasse alle stelle. Mastromauro ha oramai i mesi contati, inviso persino al Partito Democratico.

Vota questo articolo
(2 Voti)
Pagina 1 di 3