Accept Cookies?
Provided by OpenGlobal E-commerce
Close Panel

Login

5 Stelle Giulianova, Trasparenza, partecipazione, condivisione.

Sociale

Scuole sicure, scuole innovative.

24 Mar 2017 Scritto da Admin
Pubblicato in Sociale

Il Movimento 5 stelle Giulianova chiede più attenzione, azioni rapide e concrete per la riqualificazione del patrimonio scolastico cittadino, oramai obsoleto e vetusto. 

Ogni scuola dovrebbe diventare un presidio di sicurezza e sostenibilità, sia ambientale che economica. Molti denari pubblici sono stati spesi in continui adeguamenti strutturali, ampliamenti e messe in sicurezza che non hanno dato gli effetti desiderati, visto e considerato che gli indici di vulnerabilità al sisma sono bassissimi. Quello che è accaduto, a seguito del terremoto e ai disagi affrontati dalle famiglie e dagli alunni, a causa della chiusura della scuola Pagliaccetti e della scuola di Colleranesco, è sotto gli occhi di tutti i giuliesi. 
Dobbiamo iniziare a pensare ad un nuovo modello per gli edifici scolastici: basta con le ristrutturazioni dei vecchi edifici e con gli adeguamenti o i miglioramenti sismici!! 
Il Movimento propone scuole totalmente nuove, antisismiche e sicure con indici di vulnerabilità pari a 1, che utilizzino materiali ecocompatibili come il legno e con classi energetiche elevate tipo A4. 
Siamo scettici anche sull’ipotesi di riconversione dell' ex - tribunale a polo scolastico: si correrebbe il rischio di spendere molte risorse economiche e di trovarci di nuovo con delle grosse criticità di sicurezza: una riqualificazione funzionale di un edificio così poco adatto, non risolverebbe il problema. 

Proponiamo pertanto al Sindaco di individuare delle aree comunali, una a Colleranesco e una a Giulianova Paese per rispettare la territorialità degli attuali plessi, sulle quali costruire ex-novo, adottando le nuove tecnologie antisismiche in legno, delle scuole innovative con aule rispettose degli standard di progettazione e realizzazione di edifici scolastici, come prevede il D.M. del 18 Dicembre 1975 e suoi successivi, in cui vengono indicate le normative per cui ogni alunno deve avere a disposizione 25 mq di cui 7 di edificato e 18 mq di area scoperta, possibilmente a verde e attrezzature per le attività sportive e ricreative. 

Con i 2 milioni di euro, cifra che abbiamo letto sulle testate dei giornali e annunciate dal sindaco, riusciremmo tranquillamente a realizzare delle nuove scuole sicure, con dai grandi risparmi energetici. 

A chi parla di consumo di suolo, rispondiamo che il Movimento è disposto ad usare il suolo cittadino per garantire ai nostri figli la sicurezza nelle scuole, e non per le speculazioni edilizie e i profitti dei costruttori, come fatto in passato. 

Margherita Trifoni movimento 5 Stelle - Giulianova

Vota questo articolo
(0 Voti)

Referendum: come scegliere gli scrutatori.

18 Ott 2016 Scritto da Admin
Pubblicato in Sociale

Scrutatori solo disoccupati, inoccupati o studenti. 

Da diversi anni la Consigliera Margherita Trifoni preme in Commissione Elettorale affinché anche a Giulianova per le elezioni, gli scrutatori si scelgano tra i disoccupati o gli studenti: “Ritengo corretto e di alto senso civico dare la precedenza nel sorteggio degli scrutatori, in vista del referendum elettorale del prossimo 4 dicembre , ai disoccupati iscritti ai Centri per l'Impiego che figurano nell'albo degli scrutatori del Comune di Giulianova”. 
Un contributo, seppur minimo per due giornate lavorative, che non risolve l’annosa questione della disoccupazione e della mancanza di lavoro, ma è pur sempre un elemento remunerativo che aiuta chi è in difficoltà. 

Il Movimento 5 stelle Giulianova chiede all’amministrazione Comunale la massima trasparenza e una corretta informazione nel portale istituzionale, in modo da mettere a conoscenza tutti i disoccupati come presentare la domanda per poter fare lo scrutatore.

Margherita Trifoni -Movimento 5 Stelle Giulianova

Vota questo articolo
(0 Voti)

Dove sono finiti i servizi scolastici?

23 Set 2016 Scritto da Admin
Pubblicato in Sociale

Servizi sociali: che fine farà il servizio di accoglienza pre e post scuola?
Margherita Trifoni e il Movimento 5 Stelle - Giulianova si interrogano sul servizio accoglienza pre e post scuola, ossia il servizio di accoglienza, vigilanza e assistenza degli alunni, nelle fasce orarie precedenti e successive al normale orario scolastico.
Chiediamo all’assessore Cameli se il servizio verrà effettuato, in particolare per quei bambini che presentano alcune problematiche di gestione.

I tagli che colpiscono il sociale sono sempre più evidenti. Dopo le ore di assistenza per i ragazzi disabili, un altro servizio rischia di essere tagliato, mentre restano anche i problemi con lo scuolabus. Le famiglie hanno il diritto di sapere se il servizio sarà garantito nel corso di questo anno scolastico, per cui attendiamo una risposta dell’assessore.

Margherita Trifoni - Movimento 5 Stelle

Vota questo articolo
(0 Voti)

I consiglieri del Movimento 5 Stelle P. Terzilli (Bellante) P. Filipponi (Mosciano S. Angelo) e M. Trifoni (Giulianova) chiedono ai sindaci dei comuni del consorzio di fare chiarezza sulla situazione in cui versa l’Ambito Sociale Tordino.

 

Da una prima analisi dei documenti lo stato dei conti sembra essere preoccupante, con debiti dell’Ambito che ammontano a circa due milioni di euro. Debiti di cui i comuni dovranno rispondere in un futuro prossimo.

Ricordiamo che l’esistenza dell’Ambito è stata prorogata nel settembre 2015 con una decisione dei membri del consorzio e non del consiglio comunale in prima istanza (violazione art. 114 TUEL), che hanno optato per allungare la vita dell’ente, comunicandolo ai consigli comunali solo vari mesi dopo e non entro 20 giorni (violazione art. 9 della convenzione e 9 bis dello statuto). Testimonianza della opaca gestione dell’ambito è in primis lo stesso albo web che non viene aggiornato – come disposto dalle legge di riferimento - oramai da tempo immemore, mancando la quasi totalità dei documenti.

 

I vari comuni stessi hanno centinaia di migliaia di euro di debiti verso l’ente: Giulianova 300.000 euro, Mosciano 150.000 euro, Bellante 110.000 euro, ma fanno ricadere la colpa su regione e provincia, anch’esse debitirici. In sintesi avviene lo scarica barile tra Ambito, comuni, provincia, regione, mentre i lavoratori delle cooperative non percepiscono gli stipendi arretrati e gli stanziamenti e i servizi vengono ridotti a discapito dei più deboli, che resteranno senza assistenza. Diciamo basta a tutto cio’, chiediamo ai comuni di pagare gli arretrati e chiediamo all’ambito di provvedere a liquidare ai lavoratori le mensilità arretrate.

M. Trifoni Movimento 5 Stelle – Giulianova

P. Terzilli Movimento 5 Stelle – Bellante

P. Filipponi Movimento 5 Stelle – Mosciano S. Angelo

 

Vota questo articolo
(0 Voti)

Spaccio, droga e degrado urbano.

22 Giu 2016 Scritto da Admin
Pubblicato in Sociale

Il Movimento 5 Stelle Giulianova chiede un intervento deciso a sindaco e forze dell’ordine in merito al degrado causato dall’abbandono di siringhe in città.
Il fenomeno sta diventando sempre più frequente, e nella zona tra Mercato coperto e salita Montegrappa viene segnalata sempre più di frequente la presenza di siringhe usate, lasciate a terra.

La nostra città è oramai la principale piazza di spaccio in provincia di Teramo: la rocca e il quartiere Annunziata sono le zone maggiormente interessate dallo spaccio di droga, e a cio’ è dovuta la presenza di siringhe.
Chiediamo alle forze dell’ordine maggiore vigilanza e dal momento che è difficilissimo debellare il fenomeno, si deve quantomeno far sì che il degrado venga limitato e che chi lede il pubblico decoro venga pesantemente redarguito e sanzionato. 
Chiediamo al sindaco di istallare un cospicuo numero di contenitori nelle zone interessate, in cui poter gettare le siringhe al fine di evitare l’abbandono a terra, specialmente dove potrebbero esserci bambini. La presenza di contenitori va segnalata, cosi’ come il fatto di dover gettare in essi le siringhe utilizzate.

Vota questo articolo
(0 Voti)

NESSUNO DEVE ESSERE LASCIATO INDIETRO.

Margherita Trifoni e il Movimento 5 Stelle chiedono chiarezza all’assessore Cameli sulla riduzione delle ore di assistenza ai ragazzi disabili nelle scuole.
L’assessore ha parlato della riduzione da 18 a 16 ore, ma nulla ha chiarito su ciò che avverrà a settembre, quando le ore di assistenza saranno addirittura ridotte a 12. 
Bisogna inoltre chiarire che l’aumento della retribuzione oraria non è dovuto a una scelta del comune di Giulianova, come tendenziosamente affermato, ma è dovuto al contratto collettivo nazionale.
Nel frattempo gli operatori e i dipendenti della cooperativa non percepiscono lo stipendio dal mese di novembre e nonostante questo continuano a fare il proprio lavoro. 
Una riduzione di due ore non è sostenibile, la riduzione da 18 a 12 ore settimanali è un vero e proprio crimine a nostro avviso. Una amministrazione, quella di Mastromauro, che parla sempre di sociale e che invece nei fatti abbandona i più deboli e le loro famiglie.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Personale POC senza stipendio.

09 Nov 2015 Scritto da Admin
Pubblicato in Sociale

Il Movimento 5 Stelle – Giulianova e Margherita Trifoni chiedono spiegazioni al sindaco Mastromauro e al governatore D’Alfonso, sulla questione della Piccola Opera Charitas.
I lavoratori sono stati lasciati senza stipendio dopo che il sindaco e il presidente della regione li avevano rassicurati sul futuro della struttura, alcuni mesi fa.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Orari non idonei.

29 Set 2015 Scritto da Admin
Pubblicato in Sociale

La ditta Gaspari sta creando dei considerevoli disservizi agli alunni delle scuole di Colleranesco e di Giulianova Alta, tra le giuste proteste dei genitori.
Gli alunni sono costretti a restare fino alle 15.00 e fino alle 16.45 a scuola a causa delle riduzione del servizio, che viene dunque effettuato da un solo bus nel pomeriggio. Orari del tutto inidonei per degli studenti. 
Tutto cio’ è semplicemente scandaloso, e restiamo allibiti per il fatto che il sindaco e la giunta non richiamino la ditta, costringendola ad effettuare un servizio che metta i nostri figli nelle migliori condizioni di frequentare la scuola.

Vota questo articolo
(1 Vota)

Margherita Trifoni e il Movimento 5 Stelle – Giulianova sono lieti di constatare che finalmente le idee del Movimento, come il baratto amministrativo, vengono condivise anche dalle altre forze politiche e troveranno spazio nel consiglio comunale, che stando a quanto dichiarato dal sindaco, discuterà una proposta del consigliere regionale del Movimento, il giuliese Riccardo Mercante. 

Vota questo articolo
(1 Vota)

Baratto amministrativo

17 Lug 2015 Scritto da Admin
Pubblicato in Sociale

Presentato in data 16.07.2015 la mozione sul baratto amministrativo.

Dalla cura del verde al recupero di aree degradate: la misura è prevista dallo Sblocca Italia per compenseranno le tasse comunali arretrate e quelle future, in pratica, offre la possibilità di ridurre o esentare dai tributi comunali i cittadini incapaci di pagare a fronte di interventi per la riqualificazione del territorio eseguiti singolarmente o insieme. 

Vota questo articolo
(0 Voti)

Solo chiacchiere e passerelle!

06 Mag 2015 Scritto da Admin
Pubblicato in Sociale

Martedi’ 5 maggio i lavoratori della Piccola opera Charitas a rischio licenziamento, si sono recati alla regione per far valere le proprie ragioni verso il governatore D’Alfonso, che sta facendo macelleria sociale tagliando su sanità ed assistenza ai disabili.

Da buon vecchio democristiano D’Alfonso negli ultimi mesi è venuto più volte nella nostra città , a fare promesse mirabolanti: salvare i posti di lavoro, il nuovo ospedale e fermate dei treni. Tutte promesse in vero stile democristiano, che sono state disattese fino ad ora, anzi i tagli martoriano la nostra città. Questo signore è stato accompagnato nel fare passerella da un altro maestro delle promesse non mantenute, ossia Mastromauro.

 

Vota questo articolo
(2 Voti)
Pagina 1 di 2