5 Stelle Giulianova, Trasparenza, partecipazione, condivisione.

Il decreto c.d. “Sblocca Italia” non è altro che l’ennesima cessione di sovranità a favore di quei gruppi di potere politico-economico, di quelle lobby trasversali, di quelle multinazionali che negli ultimi trent’anni hanno saccheggiato e devastato l’Italia.

Quelle stesse multinazionali invocano oggi PETROLIO, GAS, CARBONE, ACQUA PRIVATA e il Governo italiano esegue senza batter ciglio, indicando la ricerca degli idrocarburi, gli inceneritori e la privatizzazione dell’acqua come priorità strategiche del Paese! Altro che Sblocca Italia: qui siamo al “Muori Italia”!

Domenica 16 Novembre dalle 10.00 alle 13.00 il Movimento 5 Stelle - Giulianova sarà in piazza Fosse Ardeatine per informare la cittadinanza e per dire NO alle trivellazioni ed estrazioni petrolifere in terra e in mare in Abruzzo, autorizzate dal governo.
La nosta terra deve vivere di enogastronomia, turismo, cultura, natura.

Movimento 5 Stelle - Giulianova

Oggi 9 Novembre tantissimi cittadini sono scesi nelle piazze di 8 Regioni per dire no al decreto Sblocca Italia che consegnerà le nostre coste ai signori delle trivelle, che potranno senza troppi pensieri scavare la terraferma e i fondali marini per la ricerca di petrolio.

Noi diciamo stop alle trivellazioni!

Il decreto Sblocca Italia in realtà è uno Sfascia Italia che non farà altro che affondare il paese, in questo caso, in un mare di petrolio. Il governo di Matteo Renzi ha deciso di tendere una mano alle compagnie petrolifere. A tutti i progetti di prospezione, ricerca ed estrazione di idrocarburi in terraferma ed in mare, si vuole attribuire carattere di interesse strategico e di pubblica utilità, finanche a considerarli urgenti e indifferibili. Si darà via libera anche a gasdotti, elettrodotti e stoccaggi di gas in aree sismiche senza dare più nemmeno la possibilità agli amministratori locali di esprimere la propria contrarietà o di fare le proprie osservazioni. Si cancella così, con un colpo di mano, la competenza autorizzativa che la nostra Costituzione riserva alle Regioni. 

Video collegato

Operazione Supermarket

04 Nov 2014 Pubblicato in Prima pagina

Accade anche questo a Giulianova. La Protezione Civile viene utilizzata per inaugurare supermercati invece che per la pubblica utilità.

Questa importantissima associazione senza scopo di lucro, composta di volontari che prestano la loro opera senza fini di lucro o vantaggi personali, in attività di prevenzione, soccorso ed emergenze in supporto alla civica amministrazione, viene invece utilizzata a Giulianova per l’inaugurazione di supermercati, e i volontari si ritrovano a prestare servizio come parcheggiatori di una struttura privata.

Il Movimento 5 stelle si chiede, dopo diverse segnalazioni, come sia possibile che l’amministrazione pubblica renda necessario l’utilizzo della Protezione Civile per l’inaugurazione di una struttura privata, mentre lascia durante la ricorrenza dei defunti il cimitero con solo 2 vigili urbani, totalmente insufficienti per il traffico e l’afflusso dei cittadini in visita ai propri cari in quei giorni, con enormi disagi.

Manifestazione Sanita' malata

23 Ott 2014 Pubblicato in Sanità

Venerdì 24 Ottobre dalle ore 9.00 il Movimento 5 stelle sarà presente davanti all'ospedale di Giulianova per manifestare il proprio dissenso sulla dissennata gestione della sanità locale.
Invitiamo la cittadinanza a partecipare vista ala presenza del Governatore Luciano D'Alfonso ed il sindaco Mastromauro.

La giunta dei SUV

21 Ott 2014 Pubblicato in Prima pagina

Il Movimento Cinque Stelle - Giulianova intende esprimere il proprio disappunto per gli eventi del consiglio comunale di lunedì scorso.
In particolare l’assenza assoluta di qualsiasi possibilità di dialogo costruttivo con una maggioranza che non valuta i nostri ODG e mozioni in base ai contenuti, ma per partito preso, respingendoli a priori, cosa che avviene anche per quelli presentati dalle altre forze di opposizione, oppure che emenda le sue stesse proposte

La maggioranza e la giunta degli incompetenti continuano a fare disastri. La situazione del decoro urbano ha raggiunto oramai il limite. L’aumento delle tasse sui rifiuti per famiglie e attività risale a qualche settimana fa (fino al 200 % in alcuni casi) ma le situazioni di degrado per l’abbandono di rifiuti aumentano esponenzialmente.
A inizio settembre abbiamo presentato un ODG per l’adozione di “Decoro urbano” una piattaforma online gratuita

Province? No, grazie

10 Ott 2014 Pubblicato in Prima pagina

Comunicato congiunto dei gruppi consiliari Movimento 5 Stelle – Circoscrizione teramana.
I consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle Donatella Amabili (Nereto), Fabio Berardini e Paola Cardelli (Teramo), Santino Ferretti (Pineto), Pierluigi Filipponi (Mosciano Sant’Angelo), Luca Palanca (Tortoreto), Margherita Trifoni (Giulianova), vogliono informare la cittadinanza che non parteciperanno alle elezioni provinciali che si terranno Domenica 12 ottobre 2014.

#‎ITALIA5STELLEquando e dove partire se sei a Giulianova:

SABATO: partenza da Tortoreto (TE) con pullman, ore 7.00, piazzale Chiesa Nuova,
organizzatore Luca Palanca, costo 20 euro. Per prenotazioni 3779470992
DOMENICA:
1) Partenza da Pescara con pullman, ore 7.30, piazzale stazione FS,
organizzatore Leandro Bracco, costo 17 euro. Per prenotazioni 3930208707 / 3480310961
2) Partenza da Martinsicuro (TE) con pullman, ore 7.00, piazza Cavour,
organizzatore Marco, costo 16 euro. Per prenotazioni 3472351764 / 3465006926

Per maggiori informazioni e per il programma completo vai su:

http://www.beppegrillo.it/italia5stelle/

Dilettanti allo sbaraglio

03 Ott 2014 Pubblicato in Sociale

Il Movimento 5 Stelle Giulianova intende segnalare alla cittadinanza quanto deciso in regione con la delibera del 16 settembre 2014.
 La Regione Abruzzo ha infatti revocato uno stanziamento per la nostra città di ben 516.000 euro, destinati alla “realizzazione di un centro interculturale residenziale per donne”, a causa della violazione degli obblighi assunti dalla giunta, mentre i comuni di Miglianico, Collelongo e Caramanico Terme hanno ottemperato agli obblighi assunti ricevendo centinaia di migliaia di euro.
La questione risale al 2013 quando il sindaco della nostra Città era sempre Mastromauro, che di certo non potrà attribuire ora a nessuno dei sui predecessori la colpa, come fa spesso ultimamente.
Chiediamo al sindaco delucidazioni sull’accaduto e lo esortiamo a non commettere tali grossolani errori che penalizzano la nostra città oramai priva di risorse.