Accept Cookies?
Provided by OpenGlobal E-commerce

5 Stelle Giulianova, Trasparenza, partecipazione, condivisione.

Romolo Trifoni, un galantuomo.

Il Movimento 5 Stelle Giulianova esprime la propria vicinanza al consigliere Margherita Trifoni, dopo il vile attacco da parte di Mastromauro alla memoria del padre Romolo Trifoni, forse il sindaco più amato della storia della nostra città, scomparso pochi anni fa.
Lunedì sera il consiglio comunale è stato teatro di uno degli attacchi di livello più basso che si siano mai ricordati nel consesso civico, da parte di Mastromauro che conferma di essere il peggiore primo cittadino della storia della nostra città, a un galantuomo come Romolo Trifoni.
Per noi questa non è politica. Spesso abbiamo stigmatizzato la uscite scomposte del primo cittadino, ma questa volta si è passato ogni limite. Polemiche del genere non sono tollerabili e un sindaco non dovrebbe nemmeno lontanamente rendersi protagonista di simili episodi. 
Lo stesso consiglio ha visto l’astensione di una parte del PD sull'assestamento di bilancio e lo scioglimento della seduta per mancanza di numero legale. Mastromauro è al capolinea dal proprio mandato, probabilmente al capolinea della propria carriera politica. 
La luminosa figura di Romolo Trifoni verrà a lungo ricordata. La parentesi Mastromauro resterà nella memoria come un periodo buio per la nostra città. 

Movimento 5 Stelle - Giulianova

Castrum: solo storytelling alla Renzi, la realtà è ben diversa! Tempi di realizzazione raddoppiati.


Incredibile! Il sindaco esulta per i lavori al Castrum, che hanno un ritardo di sette mesi…. ritardo che tra l’altro aumenterà, dovendo essere messe le recinzioni e le luci.
I lavori (costati un milione di euro circa a regione e comune) dovevano essere terminati il 2 gennaio 2016….a luglio 2016 sono ancora in corso e il sindaco ha il barbaro coraggio di andare a fare propaganda, esprimendo la propria soddisfazione. 
Non ci sono parole. Il sindaco deve pagare le ditte che hanno lavorato, saldando i debiti, e scusarsi con la cittadinanza per i disagi causati. 

Il resto è solo propaganda che si scontra con i numeri reali! Storytelling alla Renzi, nulla più.

Margherita Trifoni- Movimento 5 Stelle Giulianova

Un'estate ricca di debiti.

18 Lug 2016 Pubblicato in Bilancio

Debiti estivi.


I Giuliesi dovranno subire l’ennesimo salasso: tanti debiti frutto delle cattive amministrazioni , che vengono fuori pian piano e che saranno naturalmente pagati con i sacrifici della cittadinanza.
L’esproprio del Parco Franchi pagato 4,5 milioni è l’eredità politica di Antonio Franchi. 
Ora arrivano 300.000 per l’Ambito sociale tordino, in riferimento agli anni 2011-2012, debiti della giunta Mastromauro. In più ci sono i debiti che dovranno essere pagati dai comuni del consorzio al momento dello scioglimento tra due anni, circa 1 milione di euro per il comune di Giulianova.


Il comune è stato condannato pochi giorni fa al pagamento di 378.000 per l’ esproprio del 1976 per realizzare i centri sportivi. Il comune ha affidato il ricorso ad un avvocato con una parcella di 34.000 euro, per una causa che verrà probabilmente persa dal comune.
Totale 700.000 euro (per il momento) che andranno a zavorrare il già precario bilancio comunale per i debiti contratti e mai pagati negli ultimi 40 anni.

Margherita Trifoni - Movimento 5 Stelle Giulianova

I consiglieri del Movimento 5 Stelle P. Terzilli (Bellante) P. Filipponi (Mosciano S. Angelo) e M. Trifoni (Giulianova) chiedono ai sindaci dei comuni del consorzio di fare chiarezza sulla situazione in cui versa l’Ambito Sociale Tordino.

 

Da una prima analisi dei documenti lo stato dei conti sembra essere preoccupante, con debiti dell’Ambito che ammontano a circa due milioni di euro. Debiti di cui i comuni dovranno rispondere in un futuro prossimo.

Ricordiamo che l’esistenza dell’Ambito è stata prorogata nel settembre 2015 con una decisione dei membri del consorzio e non del consiglio comunale in prima istanza (violazione art. 114 TUEL), che hanno optato per allungare la vita dell’ente, comunicandolo ai consigli comunali solo vari mesi dopo e non entro 20 giorni (violazione art. 9 della convenzione e 9 bis dello statuto). Testimonianza della opaca gestione dell’ambito è in primis lo stesso albo web che non viene aggiornato – come disposto dalle legge di riferimento - oramai da tempo immemore, mancando la quasi totalità dei documenti.

 

I vari comuni stessi hanno centinaia di migliaia di euro di debiti verso l’ente: Giulianova 300.000 euro, Mosciano 150.000 euro, Bellante 110.000 euro, ma fanno ricadere la colpa su regione e provincia, anch’esse debitirici. In sintesi avviene lo scarica barile tra Ambito, comuni, provincia, regione, mentre i lavoratori delle cooperative non percepiscono gli stipendi arretrati e gli stanziamenti e i servizi vengono ridotti a discapito dei più deboli, che resteranno senza assistenza. Diciamo basta a tutto cio’, chiediamo ai comuni di pagare gli arretrati e chiediamo all’ambito di provvedere a liquidare ai lavoratori le mensilità arretrate.

M. Trifoni Movimento 5 Stelle – Giulianova

P. Terzilli Movimento 5 Stelle – Bellante

P. Filipponi Movimento 5 Stelle – Mosciano S. Angelo

 

E’ imbarazzante il silenzio di Mastromauro sui tagli che colpiranno il nostro ospedale, più imbarazzante delle passerelle da lui organizzate per d’Alfonso che veniva a fare promesse, mentre il declassamento dell’ospedale era già stato deciso.
Non una parola dal primo cittadino, il cui unico interesse è invece non mettersi contro il governatore regionale, magari per essere in lista alle prossime elezioni del parlamento. L’interesse personale è messo ancora una volta davanti al bene della nostra città. E anche nel resto della provincia quasi tutte le forze politiche tacciono, mentre i servizi vengono tagliati a discapito dei cittadini, in particolare dei più deboli.

Il Movimento 5 Stelle Giulianova e Margherita Trifoni alla fine del 2014 avevano già fatto presente a D’alfonso - venuto in città accompagnato dal codazzo di politici locali - il proprio punto di vista e la propria opposizione al piano sciagurato portato avanti da lui e Paolucci, appoggiato dal PD locale.
Il consigliere regionale Mercante ha fatto sentire la propria voce in regione in difesa della struttura cittadina e delle altre della nostra provincia, fanalino di coda nel nuovo piano regionale.
Invitiamo la cittadinanza a mobilitarsi e chiediamo a tutti quelli che anche in passato hanno lottato per la difesa della struttura di aiutarci nella lotta, al fine di evitare il declassamento della struttura.
All’appello si uniscono i consiglieri del Movimento P. Terzilli di Bellante e P. Filipponi di Mosciano S. Angelo; in quanto le ricadute negative colpiranno i cittadini dei paesi limitrofi e di tutta la provincia.

Margherita Trifoni Movimento 5 Stelle – Giulianova
Patrizia Terzilli Movimento 5 Stelle – Bellante
Pierluigi Filipponi Movimento 5 Stelle – Mosciano

Il Movimento 5 Stelle Giulianova chiede un intervento deciso a sindaco e forze dell’ordine in merito al degrado causato dall’abbandono di siringhe in città.
Il fenomeno sta diventando sempre più frequente, e nella zona tra Mercato coperto e salita Montegrappa viene segnalata sempre più di frequente la presenza di siringhe usate, lasciate a terra.

La nostra città è oramai la principale piazza di spaccio in provincia di Teramo: la rocca e il quartiere Annunziata sono le zone maggiormente interessate dallo spaccio di droga, e a cio’ è dovuta la presenza di siringhe.
Chiediamo alle forze dell’ordine maggiore vigilanza e dal momento che è difficilissimo debellare il fenomeno, si deve quantomeno far sì che il degrado venga limitato e che chi lede il pubblico decoro venga pesantemente redarguito e sanzionato. 
Chiediamo al sindaco di istallare un cospicuo numero di contenitori nelle zone interessate, in cui poter gettare le siringhe al fine di evitare l’abbandono a terra, specialmente dove potrebbero esserci bambini. La presenza di contenitori va segnalata, cosi’ come il fatto di dover gettare in essi le siringhe utilizzate.

A Febbraio 2016 chiedemmo all'assessore ai lavori pubblici Guerrucci perchè i lavori al Campo Castrum erano in ritardo con la consegna. Ovviamente nessuna risposta in merito; ad oggi sappiamo che la ditta è stata rimossa per inadempienze tecniche.

Il Movimento 5 Stelle – Giulianova è stato contattato dalla ditta Sfera s.r.l. che vuole chiarire alcuni punti sulla controversa vicenda dei lavori al campo Castrum e sulla rescissione del contratto per la realizzazione dei lavori.

In particolare dopo un articolo uscito sul giornale Il Centro domenica 12-06-2015 che ha suscitato molte polemiche, la società Sfera s.r.l. intende  - come detto - fare alcune precisazioni:

_____________________________________________________________________________

 
"I lavori sono iniziati a luglio 2015 e nel mese di ottobre 2015 la ditta è stata invitata dai tecnici del comune ad effettuare alcuni lavori che non erano previsti nel bando iniziale, che la Sfera definisce di una certa consistenza: spogliatoi e area esterna al campo.
La ditta, che naturalmente assecondava tale richiesta del comune, premette che vi erano alcune difficoltà con la liquidità che avevano allungato i tempi dei lavori, per cui ha chiesto al comune di pagare nel mese di marzo 2016 una parte dei lavori, che ammontavano a 150.000 euro, in modo tale da avere liquidità per completare i lavori.
 
Secondo la ditta, le due tranches di pagamento erano dovute rispettivamente a 60 e 120 giorni a partire da luglio 2015, ma il comune non ha effettuato tali pagamenti, per cui non si è provveduto a liquidare parzialmente i lavori effettuati, in modo tale di permettere alla ditta Sfera di avere liquidità e proseguire i lavori.

+ Tasse e - Servizi per tutti!

16 Giu 2016 Pubblicato in Bilancio

In relazione al DUP saltiamo direttamente le pagine riguardanti gli indirizzi strategici, una decine di pagine di propaganda trita e ritrita che trova la confutazione nei fatti: un esempio su tutti: pagina 17, Ufficio Europa. Che cosa ha prodotto dal 2014? Quanti fondi è riuscito a reperire a livello europeo, a parte qualche spiccio dai comuni di Montesilvano o Mosciano? Rispondo io, così non risponde lei signor sindaco: poco o nulla, tendente allo zero. Inutile dunque parlare di questa parte del DUP.

Un dato sconfortante è quello del sistema produttivo che vede una riduzione in città di quasi 500 attività.

Colpisce come i costi della Patrimonio siano aumentati 1.28 milioni di euro (2011) a quasi 1.5 (2013) e al pari si vede come il risultato di esercizio della Julia servizi  sia passato da 217.000  a 14.000, nel 2014 anno della campagna elettorale….

Analisi risorse finanziarie:

-        Come al solito si prevedono le anticipazioni di cassa per restare a galla, sintomo di come ci indebiteremo anche nei prossimi anni sempre di più per far fronte alla spesa corrente tropo alta. 15 milioni di anticipazione per tre anni….vedremo quanto ne restituirete. Nel 2015 ne avete restituiti 12 di milioni….e avete chiuso il bilancio con i 3,53 milioni che non avete restituito … avanti così….. avete scoperto il trucchetto come nei videogiochi. D’altro canto le spese per il rimborso di prestiti vari resteranno stabili, anzi in leggero aumento.

Il consigliere Margherita Trifoni chiede al sindaco di intervenire urgentemente per la rimozione dei cumuli di sabbia e dello spiaggiato sulla battigia della zona nord, in prossimità della foce del fiume Salinello. Spiaggiato accumulatosi anche in altre zone dell'arenile.
A stagione iniziata è indecente che enormi cumuli di rifiuti e di sabbia siano ancora presenti, data anche la presenza di turisti che passeggiano, fanno attività sportive o risiedono nei campeggi. 
Si richiede anche un intervento di riqualificazione della pineta, dove l’incuria è evidente. La cittadinanza paga centinaia di migliaia di euro per la cura del verde, e non è in alcun modo accettabile che un polmone verde della città versi in tali condizioni. Chi deve occuparsi della manutenzione e del pubblico decoro nella pineta? Tale compito non era stato delegato ai campeggi? Segnaliamo inoltre che il canale di scolo delle acque è ancora aperto. 
Una situazione inaccettabile, che richiede un intervento immediato, proprio perché la stagione turistica è già iniziata e come sempre l’amministrazione è fuori tempo massimo.

Margherita Trifoni - Movimento 5 Stelle Giulianova